Perno, giunto e barriera

Stefano Pittarello
loading...

PERNO, GIUNTO E BARRIERA
La rottura del perno e di un giunto dello sterzo, aggravati dall’attrito di una frenata ha provocato la non governabilità dell’autobus de La Linea, sul Cavalcavia superiore di Marghera lo scorso tre ottobre, poi precipitato provocando la morte di 22 persone e il ferimento di altre 15. In più, lo stato delle barriere laterali, troppo basse e vetuste, non era in grado di supportare l’urto. L’autista del mezzo, fra i deceduti, non ebbe malori e nemmeno guardò la messaggistica in arrivo sul suo telefonino. La sintesi di tre perizie è stata compiuta dal procuratore capo di Venezia, dopo l’ultimo sopralluogo sul cavalcavia che ha chiuso l’approfondimento tecnico dell’indagine.
BRUNO CHERCHI – Procuratore Capo di Venezia
0.01 dall’analisi 0.36 del mezzo
Le immagini contenute nella scatola nera sono state definite raccapriccianti, e tutti sono invitati a non renderle pubbliche perché la drammaticità degli ultimi istanti di vita delle vittime appare in tutta la sua crudezza.
CHERCHI 2
0.47 è stato fatto 0.59 dell’impatto
Un incidente drammaticamente frutto di più coincidenze, compresa l’interruzione per un metro del vetusto guard rail proprio nel punto dove sarebbe poi precipitato l’autobus. I periti hanno dato le loro indicazioni tecniche che dovranno indirizzare la fondamentale parte giuridica dell’inchiesta per le valutazioni finali.
CHERCHI 3
1.11 la valutazione 1.26 oppure no
Al momento sono indagati tre funzionari del comune di Venezia e l’amministratore dellegato dell’azienda di trasporto La Linea.
CHERCHI 4
1.44 aspettavamo 2.08 diverse consulenze

PROVINCIA: VENEZIA

CONSIGLIATI